Medicina Estetica Firenze

Le malattie dei capelli e delle unghie sono molto frequenti. In particolare è stato osservato che tutti, almeno una volta nella vita, hanno avuto un problema, anche transitorio, dei capelli. Allo stesso modo sono tantissime le persone di tutte le età con problemi alle unghie, soprattutto quelle dei piedi. Le lesioni ungueali o le cadute dei capelli, che a prima vista sembrano tutte uguali, in realtà possono essere in molti casi un importante aiuto non solo nel riconoscimento di malattie dermatologiche ma anche come spia di malattie sistemiche.
Tantissime sono le malattie dei capelli: da quelle più comuni come la calvizie comune (alopecia androgenetica) e l’aumentata caduta dei capelli (telogen effluvium) fino alle meno frequenti come l’alopecia areata e il lichen piano pilare. Parimenti numerose sono le malattie delle unghie che in molti casi sono riduttivamente e indebitamente etichettate come infezioni fungine o onicomicosi e spesso trattate con terapie antimicotiche sistemiche non appropriate.
Da qui si può capire che il primo passo da compiere, quando si è affetti da malattie dei capelli e delle unghie, è quello di avere una diagnosi specifica del problema. Solo se chiamiamo la malattia col suo nome esatto possiamo capirne la causa e l’evoluzione, come si può trattare e come è più opportuno gestirla nel tempo.
Esistono esami importanti per la diagnosi delle malattie di capelli e unghie.
Il tricogramma è l’analisi dei capelli effettuata al microscopio ottico. Si tratta di un esame minimamente invasivo che permette di valutare le diverse componenti del ciclo vitale dei capelli: anagen (crescita), catagen (involuzione), telogen (riposo) e quindi valutarne eventuali anomalie.
L’esame micologico è l’analisi delle squame ungueali prelevate tramite un lieve grattamento dell’unghia. Tale materiale così raccolto viene messo su un vetrino portaoggetto e quindi osservato al microscopio ottico dopo macerazione con idrossido di potassio (esame microscopico diretto) oppure messo in terreno di coltura (esame colturale). Questo esame permette di visualizzare elementi microscopici tipici dei funghi nell’esame microscopico o di visualizzare e identificare le colonie fungine nell’esame colturale consentendo così una diagnosi certa di micosi.
Attualmente sono disponibili anche altre tecniche diagnostiche non invasive: la Dermatoscopia dei capelli e delle unghie (tricoscopia e onicoscopia) che permette l’osservazione ad elevato ingrandimento dell’area ungueale o del cuoio capelluto affetta dalle alterazioni. Questa tecnica permette di identificare possibili segni specifici di malattia e soprattutto di valutare nel tempo la risposta alle cure.

Condividi    

Dermatologia

Medicina Estetica Firenze

News



“La virtù è ancor più gradita se splende in bel corpo”
(Virgilio)



Medicina Estetica Firenze
Centro Laser Fraxel SR 1500

ACNE, COME CURARLA!
21-07-2017
TvPrato CH 74, ToscanaTv CH 18, Teleregione Toscana CH 86, TV 2000 CH 28


Contatti:

Tel. 055-461729
E-mail: info@gentilitarocchi.it

Contattaci per informazioni e prenotazioni

Invio in corso...

Privacy* Do' il consenso al trattamento dei miei dati
   Leggi l'informativa

* campi obbligatori

Questo sito utilizza cookies per migliorare l'esperienza di navigazione (vedi Policy)   -    Continuando la navigazione, accetti l'utilizzo dei cookies OK